USB PENSIONATI CONVOCATA AL COMUNE DI GENOVA

Genova -

UNIONE SINDACALE DI BASE

U.S.B. PENSIONATI

FEDERAZIONE DEL SOCIALE

 

USB PENSIONATI CONVOCATA AL COMUNE DI GENOVA

 

USB Pensionati Liguria ha partecipato lunedì 12 aprile alla seduta della Commissione Consiliare I-II-VII del Comune di Genova che aveva all’odg la proposta di delibera Istituzione del Garante dei diritti degli anziani e approvazione del relativo regolamento

 

E’ un segnale molto importante per la nostra organizzazione aver ricevuto l’invito a partecipare, frutto della credibilità guadagnata in tanti anni di attività ma anche per il contributo prezioso che USB ha dato anche in Liguria, in questo lungo anno di pandemia. Il nostro essere indipendenti, conflittuali ma anche molto preparati ed attenti alla condizione dei lavoratori ci rende un soggetto importante andando oltre la nostra consistenza numerica rispetto alle altre forze sindacali concertative che anche questa volta si sono limitate a chiedere tavoli per loro e senza nessun contributo fattivo sulla proposta che era in discussione.

 

Il consigliere Comunale Mascia (Centro destra) ha illustrato la proposta di delibera.

E’ evidente che nella proposta di regolamento c’è un idea di famiglia (welfare,solidarietà familiare ,sussidiarietà) che non è certamente la nostra.

Però la proposta è innovativa e coraggiosa ed il fatto che sia stata presentata dal centro destra coinvolgendo solo soggetti pubblici nella discussione, con la Capogruppo dei DS che si lamentava perché non erano stati invitati i soggetti privati (terzo settore, cooperative sociali, aziende private) che gestiscono il welfare per gli anziani, la racconta lunga sulla situazione politica nel nostro paese.

 

USB Pensionati Liguria ha espresso chiaramente il proprio parere e fatto alcune proposte di modifica al regolamento che sono state accettate.

 

Il Garante per USB deve essere una figura neutra o meglio assolutamente dalla parte degli anziani. Non ci devono essere commistioni tra il Garante ed il business costruito negli anni attorno alle esigenze degli anziani. Terzo settore, cooperative sociali, privati, finto volontariato che spesso sfruttando i lavoratori pensano solo al profitto piuttosto che al benessere delle persone come purtroppo abbiamo visto nella gestione di molte RSA durante la pandemia.

 

Il Garante deve avere un ruolo indipendente di controllo, osservazione, studio, ascolto ed intervento.

Un ruolo utile anche alle possibili proposte di reinternalizzare i servizi sociali per gli anziani.

Uno dei punti che non siamo riusciti a far modificare è l’art.2 comma 2 che prevede che sia il Sindaco e nominare il Garante e che sempre il sindaco lo possa destituire. Noi abbiamo proposto che deve essere il consiglio comunale ad avere questa responsabiltà.

 

Invece siamo riusciti a far modificare l’Art.3 lettera E. Il tema era quello delle RSA venivano indicati tutta una serie di soggetti al quale il Garante doveva rapportarsi. Non erano previsti ne gli utenti ne i familiari. Il nostro intervento ha avuto un risultato

 

importante perché è stata accolta la nostra proposta. Proposta nata dopo le iniziative che USB pensionati ha fatto nei mesi scorsi (convegni on line, volantini, presidi).

 

E’ stata accolta anche la nostra proposta di modificare il comma Z dell’art.3. Il Garante avrebbe dovuto relazionare annualmente al Consiglio Comunale presentando proposte di sussidiarietà orizzontale con la collaborazione del volontariato sociale. Abbiamo ottenuto che le proposte possano essere presentate da tutti i soggetti che operano nel settore e che si allargasse l’orizzonte della sussidiarietà non più solo orizzontale ma anche verticale.

 

Questo è solo un passaggio per arrivare all’applicazione del regolamento. Ce ne saranno altri.

Il nostro ruolo deve essere di sollecitazione e pressione affinchè si arrivi presto alla conclusione dell’iter.

 

Occorre anche un lavoro affinché la figura del garante sia istituita anche ad altri livelli istituzionali.

 

In Liguria sarebbe utile verificare attentamente se esistono associazioni di famigliari ricoverati nelle RSA.

 

E’ urgente però impegnarsi tutti per far crescere USB Pensionati perché può avere un ruolo fondamentale nella crescita di USB e nella nascita anche nella nostra regione della “Federazione del Sociale”. Una crescita ed un’adesione non solo affettiva ma militante perché la nostra lotta non è finita al raggiungimento della pensione.

 

Genova 13/4/2021

USB Pensionati Liguria.

 

 

 

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati