PROVINCIA DI GENOVA: RESPINTA AL MITTENTE LA LETTERA DI RENZI

Genova -

La non richiesta attenzione verso i dipendenti pubblici da parte del governo, con la ormai famosa lettera che presenta la riforma del pubblico impiego va, senza tanti complimenti, respinta al mittente.

 

Qualsiasi tentazione di aderire all'invito a rispondere ai 44 punti (in fila per tre col resto di due) svanisce infatti conoscendo i personaggi: reazionari, anti-lavoratori, con progetti larvatamente piduisti, anticostituzionali, ma con la promessa del “fare”, “fare sul serio”.

 

E inoltre riposano nei loro cassetti provvedimenti legislativi post-elettorali che prevedono una pubblica amministrazione sempre  più svuotata di funzioni, da gettare in pasto al mercato privato, un welfare ridotto al minimo e un ulteriore arretramento sul piano salariale e dei diritti dei lavoratori.

 

Una qualsivoglia risposta a questa lettera, anche nella malaugurata ipotesi di volerla fare (e USB non vuole!), appare goffa e sindacalmente miope, se solo si è capaci di guardare ai fatti.

 

Legittimare l'idea che la democrazia del terzo millennio si riduca ad un indirizzo e.mail, con una risposta “responsabile e propositiva” (Come ha fatto la RSU della nostra amministrazione, con USB contraria)? No grazie!

 

La risposta di USB è un'altra!

 

USB risponde con l'antica pratica del conflitto.

Risponde con una mobilitazione collettiva, con la riappropriazione delle piazze e della  dignità dei lavoratori. Risponde con coraggio e capacità di rottura culturale profonda.

 

Il campo di battaglia lo scegliamo noi.

 

Spetta a noi, anche a noi lavoratori della Provincia di Genova, dimostrare che ancora una volta non sono queste le riforme che servono ai lavoratori e ai cittadini.

 

Spetta a noi, anche a noi lavoratori della Provincia di Genova, respingere al mittente l’idea di una Pubblica Amministrazione sempre più lontana dai bisogni reali della cittadinanza e al servizio esclusivo del profitto delle imprese.

 

Spetta a noi, anche a noi lavoratori della Provincia di Genova, contrastare il ridimensionamento della pubblica  amministrazione voluto dal governo Renzi/Napolitano agli ordini della troika.

 

Spetta a noi!

 

19 GIUGNO 2014

SCIOPERO GENERALE DEL PUBBLICO IMPIEGO

MANIFESTAZIONI REGIONALE A GENOVA

 

ü       Per lo sblocco immediato dei contratti del pubblico impiego

ü       Per la stabilizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici precarie

ü       Per la reinternalizzazione dei lavoratori e dei servizi

ü       Contro i tagli imposti dalla spending review

 

 

USB-PI Provincia di Genova                                                                                                        Genova 26-5-2014

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni