NONOSTANTE IL "BUCO" DELLA SANITA' LIGURE CONTINUA L'ASSALTO ALLA DILIGENZA

Genova -

Da diverso tempo tutti gli organi di informazione parlano della crisi economica e dei tagli da apportare alla spesa pubblica, ed in particolare alla spesa sanitaria.

 

Ma questi annunci da quanto tempo li sentiamo?

 

Sicuramente da alcuni decenni, ma in realtà cosa tagliano?

Sprechi e clientelismi, o cure prestazioni di qualità e svendita di intere strutture ospedaliere?

 

Dai provvedimenti sinora intrapresi dall'attuale Giunta Regionale, sembrerebbe che abbia optato per mantenere sprechi e poltrone varie rispetto agli interessi e alla salute dei cittadini liguri.

 

ALCUNI CASI ESEMPLARI:

  • Continuano a privatizzare e esternalizzare alcuni servizi che già in passato sono stati e sono motivo di un aumento esorbitante dei costi, nonostante è provato che la gestione diretta funziona bene e si risparmia notevolmente;
  • Per imposizione della Regione, la Sanità Ligure ogni anno deve versare decine di milioni di euro a una S.P.A., Datasiel, per rifare male i servizi informatici che sono già stati realizzati dagli esperti della Sanità pubblica, e già di proprietà del Sistema Sanitario Ligure. Per questo dal 2004 a oggi la sola ASL 3 Genovese ha gettato via oltre 100 milioni di euro!!!! 

E' di pochi giorni fa la notizia dell'ennesima truffa. La Guardia di Finanza ha scoperto che la ASL 3 ha continuato a pagare ai medici 855 pazienti morti da anni, per un danno all'erario di 150.000 euro. In tanti anni Datasiel, con appalti milionari, non è riuscita a collegare i database anagrafici a quelli medici!!! C'è voluta la Guardia di Finanza per incrociare i dati!!!

La Regione Liguria impone di pagare tutto quello che riguarda l'informatica da dieci anni a cento volte di più del costo effettivo, smantellando le strutture interne che forniscono un servizio migliore (è dimostrato) a un costo insignificante.

 

 MA LA CRISI NON FERMA IL SACCHEGGIO DI DENARO PUBBLICO!!!!

Anzi, c'è già il provvedimento che assegna i fondi a Datasiel per i prossimi tre anni.

 

PARTITI, SINDACATI CONFEDERALI, GIORNALISTI:

BELLI ADDORMENTATI O COMPLICI????

 

I giornali sanno che gli stessi lavoratori di Datasiel e quelli delle cooperative sociali (?) cui Datasiel appalta sono vergognosamente supersfruttati e usati come scudi umani dalla Regione Liguria, dalla direzione aziendale e dai sindacati confederali?

 

RESTA UNA SOLA VIA:

UNIRSI FRA LAVORATORI, CITTADINI E UTENTI PER UNA SANITA' PUBBLICA OGGI SACRIFICATA ALL' ARRICCHIMENTO DI POCHI.

 

 

RDB/CUB SANITA' LIGURIA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni