L'INPS CANCELLA IL SERVIZIO DI ASSISTENZA FISCALE AI PENSIONATI E MOLTI SERVIZI SARANNO SOLO ON -LINE

Genova -

Entro il 2011 tutte le richieste di prestazione dovranno essere presentate esclusivamente ON-LINE.

Utilizzando l’alibi della tecnologia si costringono tutti gli assicurati Inps (disoccupati, cassintegrati, pensionati ultraottantenni, invalidi civili, badanti, ecc.) a comunicare con l’Istituto ESCLUSIVAMENTE per via telematica o, in alternativa, a rivolgersi, a pagamento, a soggetti privati di intermediazione: patronati, CAF, commercialisti, ecc.

Entro l’anno l’Inps diventerà un ente puramente virtuale inaccessibile proprio a coloro che con i loro contributi ne rendono possibile l’esistenza.

Già da questo mese l’Inps  abolisce il servizio di assistenza fiscale ai pensionati che ogni anno presentavano il loro 730 allo sportello senza pagare niente, mentre ora dovranno recarsi presso dei privati, cioè i CAF, per esercitare un diritto che è anche un dovere: presentare la dichiarazione dei redditi.

Per questo “servizio”, fino a ieri costo zero per lo Stato, i CAF riceveranno dall’Agenzia delle Entrate dai 13 ai 26 Euro per ogni 730 acquisito.

 

"Si scarica sui cittadini e i dipendenti dell'INPS il peso di una riorganizzazione inutile e dannosa - afferma Aldo Cardino  dell'USB Liguria - Oggi si cancella l'assistenza fiscale e si chiudono gli sportelli, favorendo gli interessi di CAF, commercialisti, consulenti  del lavoro, patronati, a danno del bilancio pubblico e dei cittadini. 

In futuro quanti altri servizi saranno affidati all'esterno procurando ulteriori disagi agli utenti ?"

 

 Genova, 14/11/2011

  

                                                                                              USB LIGURIA

 

Per contatti Cell. 3202160634

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni