Liguria:TPL - INCONTRO CON ASSESSORE BERRINO DEL 19 MARZO 2020

Genova -

 

TPL - INCONTRO CON ASSESSORE BERRINO DEL 19 MARZO 2020

 

A seguito di convocazione da parte dell’assessore regionale al lavoro e ai trasporti Berrino si è tenuto ieri l’incontro in merito alla situazione del tpl ligure nel drammatico contesto dell’emergenza Covid 19 .

 

Orsa ed Usb hanno posto l’attenzione su tre questioni in particolare

 

  • Sicurezza degli operatori in considerazione della carenza di dpi , delle caratteristiche dei mezzi in uso in molte aziende e delle difficoltà di applicazione delle misure per il contenimento del Covid-19

  • Organizzazione dei servizi di tpl a seguito di quanto disposto dall’art. 1 comma 5 DPCM 11 Marzo 2020 che dà ai Presidenti di Regione la facoltà di rimodulare il servizio di tpl

  • Situazione economica del settore

 

La Regione ha ovviamente ribadito che le aziende devono garantire l’applicazione di quanto previsto dal comma 1 dell’art 16 del Decreto Cura Italia (rispetto delle distanze ed utilizzo dei dpi) senza però assumersi l’impegno di coordinare, favorire e verificare l’attuazione di tali misure nelle singole aziende, che restano quindi uniche responsabili del rispetto delle norme di sicurezza vigenti. Sui Dpi carenti la Regione ha dato indicazione alle aziende di chiedere ad Alisa la fornitura degli stock necessari.

 

Rispetto alla riorganizzazione e alla revisione dei servizi , oggetto dell’ordinanza n. 6 del 13 marzo 2020, che ha comportato una prima riduzione dei servizi erogati , la Regione ha demandato agli enti competenti (province e Città metropolitana) unitamente alle aziende , la facoltà di individuare ulteriori interventi di rimodulazione o riduzione del servizio. Orsa ed Usb chiederanno quindi quanto prima un incontro agli enti locali per capire quali indicazioni verranno date in tal senso, al fine in particolare di garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori e degli utenti del servizio pubblico

 

Per quanto concerne le ricadute economiche sul settore l’Assessore ha comunicato di essere in attesa di risposte dal governo in merito a:

  • Intervento legislativo finalizzato a evitare penalizzazioni economiche per i mancati introiti e per la riduzione del servizio causata dall’emergenza Covid-19

  • Congelamento per l’anno corrente dell’obbligo di garantire il 35% di ricavi in relazione ai costi

  • Interventi complessivi a sostegno del settore

 

Preso atto delle norme contenute nel Decreto Cura Italia in merito alle misure di sostegno al reddito e ai relativi finanziamenti , l’Assessore ha riferito che le aziende, alcune delle quali già in forte sofferenza, hanno comunicato di avere autonomia per un periodo piuttosto limitato in assenza di interventi ulteriori del Governo.

 

Orsa ed Usb auspicavano e hanno sollecitato un impegno maggiore della Regione sulla questione del rispetto delle misure di sicurezza, considerato lo sforzo dei lavoratori nel garantire un servizio essenziale al paese e la necessità di garantire loro le obbligatorie norme di sicurezza.

 

La prossima settimana è programmato un nuovo incontro per un aggiornamento sull’evolversi della situazione e degli interventi a sostegno del settore

 

Genova, 19/03/20

USB Liguria ORSA Liguria

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni