IPERCOOP SARZANA: COSA BOLLE IN PENTOLA?

Sarzana -

La politica aziendale dell’Ipercoop non si discosta da quella seguita dalle altre aziende private: scaricare i costi della crisi sui lavoratori dipendenti.

 

E’ questo il senso della scelta di introdurre la cassa integrazione:

ridurre i salari dei lavoratori (che guadagnano “troppo”, sono “troppo” garantiti, è riconosciuta loro “troppa” professionalità), COME PRIMO PASSO VERSO UNA ESTENSIONE DELLA MOBILITA’ A DIVERSE FIGURE PROFESSIONALI e puntare sulle assunzioni precarie, che assicurano lavoratori più “economici” (cioè con salari da fame e sottoposti ad ogni tipo di ricatto).

 

Di fatto, la scarsa capacità manageriale delle direzioni viene scaricata sui lavoratori.

 

La scelta dell’azienda va contro l’interesse dei lavoratori: mentre da un lato si impone la cassa integrazione, dall’altro si fa largo uso di contratti a tempo determinato e del ricorso allo straordinario. Noi riteniamo che non sia accettabile assumere lavoratori con contratti precari o comunque penalizzanti e contemporaneamente avviare una politica di riduzione degli occupati a tempo indeterminato.

 

Il Coordinamento RdB/CUB invita i lavoratori ad organizzarsi e a lottare in difesa del proprio posto di lavoro.

 

NATURALMENTE RESPINGIAMO AL MITTENTE LE MINACCE APOCALITTICHE: “SE LOTTATE, SE VI OPPONETE, TUTTO QUELLO CHE ACCADRA’SARA’ COLPA DEI LAVORATORI” CHE, NELLE INTENZIONI DELLA DIREZIONE, DEVONO MOSTRARSI MANSUETI, SOTTOMESSI E ACCETTARE SUPINAMENTE DI ESSERE SOGGETTI A SCADENZA COME LO YOGHURT!

 

NO ALLA CASSA INTEGRAZIONE!

SIALLA RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI CASSINTEGRATI

SI ALL’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO PER TUTTI I PRECARI

             RAPPRESENTANZE SINDACALI DI BASE/CUB

COORDINAMENTO LAVORATORI IPERCOOP CENTROLUNA DI SARZANA

 

Stamp. in prop. Via D. Manin, 27 La Spezia  tel. 0108692660 Cell. 3202160634

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni