Genova: presidio in Piazza De Ferrari in ricordo di Giuliano. Abolire i PCTO e mettere fine alla strage

Genova -

Quello dei morti di lavoro è un vero e proprio bollettino di guerra, che supera i 1300 morti l'anno.

A questi si aggiungono le tremende morti e gli infortuni durante l’alternanza scuola lavoro, ultimo in ordine di tempo il giovane Giuliano De Seta, ucciso da una lastra di metallo che lo ha colpito mentre svolgeva uno stage presso un’azienda: mancava solo un’ora per andare a casa!

USB, insieme all’organizzazione studentesca OSA e al Collettivo InSegno, ha organizzato un presidio in Piazza De Ferrari, a Genova, per dire con forza che l'alternanza scuola-lavoro va abolita in tutte le sue forme. I PCTO, come oggi viene chiamata l’alternanza scuola-lavoro lanciata dal governo Renzi, non hanno nulla di formativo, servono soltanto a far aumentare i profitti a pochi industriali sfruttando la manodopera gratuita degli studenti, che invece delle fabbriche a rischiare la vita dovrebbero rimanere in classe.

Deve cessare immediatamente la guerra dei morti di lavoro, che solo nel 2022 ha già ucciso oltre 800 persone. Su questo tema USB, insieme a Rete Iside Onlus, porta avanti da tempo una campagna per introdurre il reato di omicidio sul lavoro nel codice penale.

Interventi in video di Federico Palacio Slang USB - Anita Palermo OSA - Luca Nanfria USB Gaslini

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati