DON GNOCCHI SARZANA ENNESIMO SCEMPIO DELLA DEMOCRAZIA SINDACALE

La Spezia -

COMUNICATO STAMPA

 

Ancora una volta i nostri delegati della Fondazione Don Gnocchi di Sarzana, dove siamo organizzazione maggiormente rappresentativa con oltre il 5% di iscritti, non sono stati ammessi al tavolo delle trattative per non essere appartenenti ad una sigla firmataria del contratto nazionale.

La nostra partecipazione era stata anticipata con una lettera inviata alla Direzione, nella quale esprimevamo la nostra ferma volontà di partecipare alla trattativa. La direzione ha risposto con una nota vaga che riportava testualmente “non ci risultano non invitate le RSA che costituiscono il tavolo decentrato”. Alla luce di questa risposta, che esplicitamente NON ci escludeva dal tavolo, i nostri R.S.A. si sono presentati all’appuntamento, ma la delegazione trattante compatta, sia da parte datoriale che da parte sindacale, li ha cacciati dal tavolo in barba alle più elementare regole della democrazia.

Da parte datoriale non ci aspettavamo niente di meglio, ma la delusione nei confronti delle altre OO.SS. è forte, specialmente nei confronti della CGIL che, quando la FIOM viene esclusa dalle trattative fa della democrazia sindacale e del diritto alla rappresentatività la propria bandiera.

 

 

La Spezia 24 febbraio 2015

Stefano Muzio – U.S.B. La Spezia.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni