CONTINUA CON SUCCESSO LA MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI DEL GASLINI

Genova -

 

Innanzitutto esprimiamo la ns totale solidarietà a tutti i lavoratori e le lavoratrici che stanno lottando per i propri ed altrui diritti senza alcun corporativismo, senza alcuna distinzione tra lavoratori. Oggi ricordiamo i 10 lavoratori del mercato ortofrutticolo che rischiano di perdere il posto di lavoro e le lavoratrici del settore delle pulizie ospedaliere in attesa di un contratto già di per sé vergognoso e fermo da anni .A dimostrazione che la mobilitazione dei lavoratori funziona sempre, è giunta una splendida notizia. Il Gaslini ha istituito la figura del “Disability Manager” che, in totale solitaria, richiedevamo da tempo e su questo ringraziamo l’Amministrazione che ha compreso l’importanza della tematica.. Una figura che permetterà di discutere di problematiche dei lavoratori disabili e delle invalidità con un professionista del settore.

Nel frattempo l’amministrazione inizia a rispondere ai nostri quesiti che da tempo cercano risposte ed è stato inviato, finalmente, alla Rsu, il piano assunzioni.

Successivamente all’incontro in prefettura terminato con esito negativo, abbiamo presidiato per 2 giorni il Gaslini ed abbiamo avuto 2 incontri con l’amministrazione.

Incontri dove abbiamo portato solo alcune delle molte problematiche che affliggono i lavoratori del Gaslini ormai da troppo tempo.

Nella giornata di ieri abbiamo incontrato un rappresentante della Curia che ha ascoltato con attenzione le varie problematiche e con il quale abbiamo preso l’impegno di risentirci a breve.

Non abbiamo invece ad oggi risposta alcuna da parte della Giunta che, al di là delle cicliche passerelle, non sembra interessata alla nostra eccellenza territoriale.

Ringraziamo Alice Salvatore (Partito del Buonsenso), Stefano Giordano (5 Stelle) e Cittadinanzattiva-Tribunale dei Diritti del Malato per la loro vicinanza alle nostre istanza.

Ma facciamo il punto sulle varie questioni:

 

ASSUNZIONI 

Infermiere pediatriche: finalmente si parla del concorso per tempi indeterminati. Annotiamo responsabilità sia da parte dell’Amministrazione che da parte di Alisa per il notevole ritardo.

Queste le date indicative: 

-acquisita la piattaforma informatica per la gestione del concorso

-indizione concorso entro il mese di dicembre

-pubblicazione sul Burl a Gennaio ed in G.U. entro 20 gg

-30 gg per presentare la domanda

-salvo complicazioni per marzo dovrebbe essere operativo il tutto

Nel frattempo, alla chiamata, su 107 infermiere han risposto in 21 a cui aggiungere altre 19 che con varie tipologie contrattuali già operavano all’interno del nostro sito lavorativo.

Oss: apprendiamo dai media che la Procura sta indagando per i notevoli ritardi sul “Concorsone regionale Oss”. Si prevedono inoltre molti ricorsi per la non ammissione di centinaia di candidati per le più svariate motivazioni. Resta il cruccio di non aver permesso agli ospedali, nel frattempo, di assumere a tempo indeterminato. Il Gaslini aveva a disposizione una graduatoria ex art.16 dalla quale poter attingere.

Tutti questi ritardi hanno sicuramente incentivato una situazione di precariato e un esborso ulteriore di soldi pubblici dovuto al ricorso alle agenzie interinali.

 

TERAPIA  SUBINTENSIVA

continuiamo a denunciare la malagestione e la mancanza di considerazione per le lavoratrici con cui è stato aperto questo servizio. Il Dips si è impegnato ad aprire un bando di mobilità interno per infermiere che volessero andare a lavorare in subintensiva. Ne chiediamo il rispetto

Nel frattempo tutte coloro che sono in graduatoria di mobilità devono essere collocate al loro posto. Nel frattempo chiediamo il rispetto dell’art.18 del regolamento di mobilità interna trattandosi a tutti gli effetti di mobilità d’urgenza. Chiediamo inoltre che nel nuovo reparto di “medicina d’urgenza”, considerati i numeri dei ricoveri a cui vanno aggiunti i famigliari positivi, il turno sia composto da 3 infermiere e non da 2.

Un’ istanza che porteremo in ogni sede consta nella rivalutazione dei numeri di personale inseriti nel “manuale di accreditamento”. Per la terpia subintensiva, ad esempio, viene menzionata 1 sola infermiera ogni 4 PL. Non viene considerato l’Oss H24 e, inaccettabile, non viene considerato l’ulteriore carico di lavoro dovuto ai pz. Covid positivi.

 

SICUREZZA  SUL  LAVORO

Abbiamo assistito, nel corso dell’emergenza Covid, a interventi sulla sicurezza dei lavoratori e dei pazienti che nessun altro ospedale ha portato avanti. Purtroppo abbiamo visto successivamente perdersi nella quotidianità molte iniziative. Abbiamo chiesto e continueremo a chiedere in ogni sede un cambio di passo, una rivalutazione dei rischi ed una consultazione con gli Rls che ad oggi non c’è stata. (la consultazione è diversa dall’informazione)

Soprattutto in questo periodo si evidenzia che la sicurezza per i lavoratori va di pari passo con quella della cittadinanza. I DVR degli ospedali e delle ditte private che vi lavorano devono essere, a nostro avviso, resi pubblici. 

 

PORTIERATO  E  CENTRALINO 

Abbiamo espresso i nostri timori per i componenti del cda vicini a Confindustria e la ns netta contrarietà a qualsiasi forma di esternalizzazione. Questi sono i 2 servizi a rischio che rileviamo tutt’ora. Non vi sono investimenti sul personale e gli accordi presi ormai da 2 anni ad oggi non sono stati ancora rispettati

 

NEUROPSICHIATRIA  INFANTILE

abbiamo chiesto la tempistica per spostamento e riorganizzazione di questo sito lavorativo che molto potrebbe offrire. Attendiamo risposta. Sicuramente non si potrà continuare per molto in questa situazione

 

UFFICIO  PERSONALE 

Sicuramente da approfondire molte tematiche tra le quali:

-Passaggi da Ota a Oss

-Perdita di ore dovute ad assenze giustificate per il personale turnista

-Abbiamo chiesto per l’ennesima volta il vecchio accordo per le Odc

- Ribadiamo la ns contrarietà al vergognoso accordo del pagamento max di 6 ore di straordinario. Il personale deve essere portato al punto di non effettuare straordinari perché il datore di lavoro ha assunto sufficiente personale ma, se attuato in caso di emergenza, deve essere retribuito

-Ferie parttime

-Pausa del personale “dei giri”

 

SETTORE  AMMINISTRATIVO

richiesto organigramma uffici e numeri carenza personale

 

TRASPARENZA 

Chiediamo il rispetto del regolamento di mobilità interna e la trasparenza sul metodo per l’ottenimento del punteggio del personale in caso di graduatorie

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che stanno contribuendo alla crescita esponenziale del nostro sindacato portato avanti da lavoratori per i lavoratori!!!!

 

USB  Gaslini 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati