BUGIARDI E RIDICOLI… MANDIAMOLI A CASA!!!!

Genova -

Il 14 maggio 2009 CGIL – CISL – UIL e FIALS hanno sottoscritto con l’Aran l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) scaduto da quasi 18 mesi.

 

CGIL – CISL  e UIL, nell’annunciare ai lavoratori il risultato  raggiunto, “ESPRIMONO GRANDE SODDISFAZIONE PER LA SOTTOSCRIZIONE DELL’IPOTESI DI ACCORDO SUGLI AUMENTI STIPENDIALI” e “GIUDICANO PIU’ CHE POSITIVAMENTE IL TESTO APPENA SOTTOSCRITTO”.

La FIALS, dopo aver firmato lo stesso accordo sul rinnovo del CCNL del Comparto Sanità, “ESPRIME UN GIUDIZIO FORTEMENTE CRITICO E DI INSODDISFAZIONE” e definisce l’accordo sottoscritto come un “PACCO VUOTO!!!”.

 

ALLORA LA DOMANDA SORGE SPONTANEA: perché hanno firmato??

 

AI LAVORATORI L’ARDUA SENTENZA

 

      Di fronte ad una classe sindacale che di fatto non rappresenta più gli interessi dei lavoratori, abbiamo un governo che, nonostante la crisi economica che sta investendo il nostro paese con gravi conseguenze che si ripercuotono sui bilanci e sulla vita di numerosi lavoratori, precari e pensionati, con la solita politica della concertazione riduce ancora di più il potere di acquisto con AUMENTI CONTRATTUALI che rappresentano una vera e propria elemosina

      E come se ciò non bastasse, il governo Berlusconi continua con la politica dei tagli alla spesa pubblica:

MENO SOLDI PER LA SANITA’ PUBBLICA;

MENO SOLDI PER I SERVIZI SOCIALI;

MENO SOLDI PER LA SCUOLA.

Nel frattempo il deficit della sanità in Liguria, oramai consolidato, continua a salire.

 

La giunta regionale, con a capo l’Assessore alla Salute, invece di tagliare gli sprechi come le inutili consulenze o come le costosissime esternalizzazioni/privatizzazioni dei servizi sanitari, continua a chiudere o diminuire intere strutture ospedaliere creando enormi disagi e pericoli per i cittadini utenti (vedesi le liste di attesa!!).

 

A FRONTE DI QUESTI ATTACCHI I LAVORATORI E I CITTADINI NON SONO MAI STATI COSì SOLI.

 

Dopo lo Sciopero Generale del 17 ottobre 2008 indetto dalle Confederazioni di Base CUB, COBAS e  Sdl che a visto a Roma la partecipazione di oltre 300.000 persone, chiediamo a tutti i lavoratori di reagire e ricominciare tutti assieme nella costruzione di una grande forza sindacale di Base, che rappresenti solo ed esclusivamente gli interessi dei lavoratori.

 

Riconsegniamo le deleghe ai sindacati che hanno svenduto i nostri diritti!

 

NOI ABBIAMO GIA’ SCELTO

 

RdB/CUB -  SANITA’ IL SINDACATO DI BASE INDIPENDENTE

 

 

Genova, 18 maggio 2009

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni