ARTE / CASE POPOLARI TAGLI E RIFIUTO DEL CONFRONTO: MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI

Genova -

L'Amministratore unico Augusti ha deciso che saranno i lavoratori a pagare il conto della cattiva gestione di Arte che da sempre USB contesta.

Prima ha annunciato che nel 2013 taglierà il premio di produttività del 40% (ma i dirigenti sembra che si salveranno) e poi ha disposto la revoca dei part-time, provvedimento incomprensibile e inutilmente punitivo per i lavoratori interessati.

Alla legittima richiesta di spiegazioni e chiarimenti immediatamente avanzata dalla RSU, il professore non si è neanche degnato di rispondere.

Il coordinamento aziendale di Usb contesta duramente queste scelte ed esprime forte preoccupazione per una situazione aziendale sempre più difficile.

USB chiede che le risorse necessarie vengano reperite valorizzando il patrimonio amministrato, oggi gestito in modo decisamente inadeguato (quanti appartamenti od interi stabili vuoti e abbandonati al degrado !!), tagliando le consulenze, colpendo le morosità non dovute a difficoltà economiche.

USB ha chiesto alla Regione di intervenire su ARTE per fermare questi provvedimenti ed aprire un tavolo di confronto sulla situazione dell'azienda.

USB invita la RSU a convocare al più presto una assemblea dei lavoratori per decidere le iniziative necessarie a contrastare queste scelte autoritarie e dannose per i lavoratori.

 

 

Genova, 8/1/2013

 

                                                                                        Coord. az.le USB Arte

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni